Primi Piatti

Le Tagliatelle al Ragu di Mare per l’MTC di Gennaio

Anche questo mese per me l’ Mtc – Menu Turistico Challange  è stata una vera sfida! La vincitrice del mese di Dicembre Alessandra, ha scelto Le Tagliatelle.

Non era la prima volta che facevo la pasta fresca a casa, ma ho usato sempre la macchina, mai a mano.
Questa volta invece la sfida prevedeva che tutto il procedimento venisse fatto a mano. All’ inizio avevo paura di non riuscirci e di combinare qualche pasticcio che al posto delle tagliatelle usciva fuori qualche nuovo formato di pasta, ma alla fine il risultato è stato molto soddisfacente, anche se magari qualche imperfezione nella misura delle stircioline c’è, ma chi se ne frega l’importante che mi sono divertita ed il risultato è stato soddisfacente.

Mi sono ritrovata alle 8.30 di mattina  a ballare la bachata  mentre impastavo,   la mia piccolina        all’ inizio mi ha guardata e non capiva quello che stavo facendo, e poi mi fa….” mamma  cosa stai facendoo??” ed io tutta contenta mi sono messa a  cantare …….
“sono le tagliatelle di nonna Pina, un pieno di energia, effetto vitamina, mangiate calde col ragù, ti fanno il pieno per sei giorni ed anche più!!”

Allora lei e mi fa…” mamma posso fare anche io?” ed io gli ho dato un pezzo d’impasto, cosi lei  è salita  sulla sedia vicino a me ed ha iniziato ad imitarmi muovendo il bacino e cantando la canzone…….e chi ci fermava più!!

Passo ora alla ricetta,
per 3 persone:

220g di Farina “0” Molino Chiavazza
2 uova

Versate la farina su di un piano di lavoro formando una fontana, fateci un buco al centro e rompete le uova dentro.

Con una forchetta piano piano iniziate ad incorporare la farina. Quando le uova si saranno assorbite bene, cominciate a lavorare l’impasto con le mani, lavorate per bene per circa 10-15 minuti o fino a quando l’impasto non risulta abbastanza elastico e morbido. A questo punto formate una palla e fate riposare a riparo dall’aria,  avvolto nella pellicola.
Fate riposare circa 20-30 minuti, più lasciate l’impasto riposare, meglio si lavora.

 

Passato il tempo di riposo, spolverate il piano da lavoro con la farina, poggiate la palla e spolverate anche questa. Con l’aiuto di un mattarello iniziate a tirare la sfoglia.Per tirare la sfoglia ho seguito i consigli  di Flavia e quelli di Alessandra.

Ecco la mia sfoglia, ho aggiustato i bordi,

arrotolato, e tagliato le stirscioline.

eccole tutte pronte!!

Mettere l’acqua sopra il fuoco, e iniziate a preparare il sugo………

Per il Ragu di mare ci vogliono:
1 cipolla piccola
1 spicchio d’aglio
cozze (lasciate qualcuno con il guscio per servire)
vongole
gamberetti
seppioline
una fetta di pesce bianco – io ho messo la platessa
alcune olive nere
1 piccolo grappolo di pomodori datterini
mezzo bicchiere di vino bianco
1 cucchiaino di pesto di basilico
Sale e pepe

Pulite e tagliate le seppioline. Fate dorare la cipolla e l’aglio tritati finemente e aggiungete le seppioline e fate rosolare e dopo aggiungete il vino. Lasciate evaporare  e  se vedete che il pesce è ancora duro aggiungete un po’ d’acqua di cottura della pasta. Agginguete il pesce bianco tagliato a pezzettini, i gamberetti, le cozze, le vongole e i pomodorini tagliati a meta e le olive nere e  il pesto di basilico. Aggiustate di sale e pepe e cotinuate la cottura a fiamma bassa. Scolate le tagliatelle  e  fatele saltatere velocemente in padella.

Servite con qualche goccia di pesto sopra.

Noi ci siamo leccati i baffi, speriamo che a voi piace.

Ciao

Terry

(Visited 135 times, 1 visits today)

9 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.