Dolci

Il Gelato fatto in casa per l’Mtc di Luglio – Brioche ripiena di gelato all’ orzo e cacao

Buongiorno……
come ogni mese non mi faccio mai mancare l’appuntamento con l’MTC……
questa volta la sfida è sul gelato. Appena Mapi  ha annunciato la sfida, dopo qualche giorno mi sono messa a fare la mia prima versione di gelato, ma….. siccome questo mese sono stata molto impegnata a realizzare il buffet per il battesimo di Picipì, non avevo ancora trovato il tempo per scrivere il post…… quindi mi sono ridotta alla fine a fare una corsa contro il tempo per riuscirci. E durante questa corsa ho realizzato anche altre due gelati!!
Intanto ecco il primo gelato dal gusto semplice, che è stato divorato tutto in una serata accompagnato dalle brioche!
Seguendo alla lettera la ricetta di Mapi ecco il mio gelato  gusto orzo-cacao.
Per il gelato;
375 ml latte fresco intero
250 ml panna fresca
100gr di orzo e cacao(orzoro)
80 g zucchero semolato
3 tuorli
In una ciotola versate  l’orzo-cacao e metà dello zucchero e mescolate. Unite un po’ di latte. Scaldate  il resto del latte e portate quasi a bollore. Versatelo a filo sul composto di orzo-cacao mescolando  con una frusta per impedire la formazione di grumi. Ritrasferite tutto nella pentola e portate a bollore a fuoco dolce, mescolate continuamente con una frusta per non far bruciare il cacao. Fate bollire per 5/ 6 minuti. Togliete dal fuoco. Apparte montate i tuorli con lo zucchero restante finché il composto “scrive”. Versate a filo il composto al cioccolato mescolate velocemente e rimettete sul fuoco. Portate la crema a  85 °C se avete un termometro, io che non ne ho, ho usato il metodo del cucchiaio, cioè, una volta che immergete un cucchiaio di legno il dorso risultasse velato. Togliete dal fuoco, mescolate sempre e immergete  la base della pentola in un contenitore con acqua fredda e ghiaccio per abbattere la temperatura.
 Continuate sempre mescolando in modo che la crema si raffredda. Versate in un contenitore con chiusura ermetica, e mettete in frigo per almeno un’ora, passato questo tempo unite la panna. Ora il procedimento senz gelatiera preso passo passo- parola parola da Mapi 🙂
Trasferite il composto in un contenitore basso, lungo e stretto munito di coperchio (le misure ideali sono cm 23x16x38), tappate e riporre nella parte più fredda del freezer per 60-90 minuti. Trascorso questo tempo la miscela sarà ghiacciata sulla base e sui bordi, ma morbida al centro. Mescolarla molto velocemente con uno sbattitore elettrico per uniformarne la densità (volendo la si può trasferire velocemente nel robot da cucina per frullarla), poi riporla nuovamente nella vaschetta livellandola bene e rimettetela in freezer. Ripetere il procedimento per altre 2 volte a intervalli di un’ora e mezza ciascuno; dopo la terza volta trasferire il gelato nella vaschetta che lo conterrà, preferibilmente in polipropilene e riempita fino a 6 mm dal bordo; coprire il composto con un rettangolo di carta forno fatto aderire alla sua superficie (per limitare la presenza di aria umida e impedire la formazione di fastidiosi cristalli di condensa sulla superficie), tappare e rimettere in freezer per almeno 2 ore. Prima di servirlo, passarlo in frigorifero per 20-25 minuti.

 

La ricetta per le  brioche la trovate qui.

 A presto con altri gelati.

Terry

(Visited 139 times, 1 visits today)

7 commenti

  • TataNora

    Il gelato all'Orzo! Bellissima idea… se fossi a casa sarebbe la sicura colazione di mio figlio.
    Con la brioche…il massimo della goduria.
    Quasi quasi mi spiace partire per le vacanze!
    Buona serata e … a presto.
    Nora

  • Alessandra Gennaro

    Grandissimo omaggio alla tua terra d'adozione e finora sei la prima ad aver realizzato questo classico della pasticceria siciliana: vederlo realizzato da te, è cosa che imorgoglisce e commuove. Il gelato all'orzo è invece un omaggio alla tua fantasia, che ti porta sempre un passo avanti. il risultato è una creazione interessantissima, che intriga e incuriosisce e in più fa pure venir voglia di vacanze. Come dire, cosa darei, per avere una brioche così, domani mattina per colazione 🙂
    Grazie ancora e complimenti
    ale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.