Dolci,  Primi Piatti

Strucolo e Strudel….insieme per l’MTC di Febbraio 2014

Sono sempre di corsa, il tempo non è mai abbastanza e la lista delle cose da fare aumenta sempre di più.
Per Farfallina i compiti iniziano ad aumentare, Pipina spensierata gioca, e Picipì è sempre attaccata a me.
Cerco di trovare il tempo per tutto e per tutti…
Qualche giorno fa è stato il mio compleanno e mia suocera come sempre prepara una piccola cenetta per festeggiare tutti insieme, ed anche se è il mio compleanno devo dare una mano in cucina 🙂
Aprofittando dell’MTC e della ricetta di Mari ho scelto di preparare un primo, lasciando il secondo nelle mani di suocera.
La scelta è stata ottima, visto che c’è chi ha chiesto il bis!
Vero Francy?

Strucolo ricotta e spinaci con fonduta al parmigiano;

 

 

Per la sfoglia;
150g di farina 00
50ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale

Scaldate l’acqua, deve essere
abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente,
aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano l’acqua calda
mescolando.
Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, togliete l’impasto dal
recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un
paio
di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che
comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete
l’impasto a
riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa
mezz’ora.

Per il ripieno;
500g di ricotta fresca
400g di spinaci lessati
100g di parmiggiano
1 uovo
sale e pepe

Frullate insieme tutti gli ingredienti, in modo da ottenere una crema.

 

Prima di cominciare a stendere la
sfoglia mettete a bollire sul fuoco una pentola abbastanza larga e che possa
contenere comodamente lo strudel. Disponete su una spianatoia un tovagliolo o
uno strofinaccio pulito di lino o di cotone bianco (possibilmente lavato con
sapone neutro e ben sciacquato) e infarinatelo. Prendete l’impasto e cominciate
ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi tiratelo aiutandovi con
un mattarello. I Il risultato finale dovrebbe essere una sfoglia più o meno quadrata di
25 centimetri per lato.
Disponete il ripieno su tutta la
superficie della sfoglia lasciando liberi circa due centimetri lungo il bordo.
Cominciate a sollevare la sfoglia per arrotolarla sul ripieno, se necessario
aiutandovi con il tovagliolo, anche se in questo caso non dovrebbe essercene
bisogno visto che l’impasto dovrebbe essere un po’ più spesso e consistente.
Fate fare un paio di giri, quindi ripiegate anche i due lembi esterni e
continuate ad arrotolare fino alla fine. Avvolgete il rotolo così ottenuto nel
tovagliolo senza lasciare vuoti e chiudete, con uno spago da cucina, i due
lembi esterni; fate due giri di spago anche lungo il rotolo.

Salate l’acqua bollente e
adagiatevi delicatamente lo strudel avvolto nel tovagliolo facendo attenzione
che non tocchi troppo il fondo della pentola. Fate cuocere sobbollendo per 20
minuti, quindi togliete lo strudel dall’acqua e togliete il tovagliolo.

Per la fonduta;
200g di panna da cucina
50ml di latte
300g di grana padana
nocemoscata

Versate in un pentolino la panna, il latte, il formaggio grattuggiato e la nocemoscata. Scaldate a fuoco lento in modo che mentre il formaggio si scioglie si ottiene una salsa densa.

Tagliate il rotolo a fette spesse
circa uno o due centimetri e leggermente oblique,, versate un cucchiaio di fonduta su ogni fetta e spolverate a piacere con altra noce moscate

La versione dolce è davvero buona, forse perché a me piacciono i dolci con le mele, l’unico sbaglio che ho fatto è stato quello di tirare la sfoglia troppo sottile, a tal punto che si bucava mentre arrotolavo. Il risultato da cotto è stata una pasta molto friabile, che al taglio si sbriciolava tutta!

Strudel di mele e frutta secca accompagnato da crema pasticciera;

Per la sfoglia;
150g di farina 00
100ml di acqua
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 pizzico di sale
Scaldate l’acqua, deve essere
abbastanza calda ma non bollente. Setacciate la farina in un recipiente,
aggiungete il sale e l’olio e versate a mano a mano l’acqua calda
mescolando.
Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, togliete l’impasto dal
recipiente e cominciate a lavorarlo con le mani su una spianatoia per un
paio
di minuti, fino ad ottenere un impasto morbido, quasi appiccicoso ma che
comunque non resta attaccato alla spianatoia o alle dita. Mettete
l’impasto a
riposare, coperto da un panno umido o da una pellicola, per circa
mezz’ora. Nel frattempo accendete il forno e portatelo alla temperatura
di 180°C, modalità statica.
Per il ripieno;

500g di mele renette
40g di zucchero di canna
2 cucchiai di rum
20g di pinoli
50g di pistacchi
30g di uva passa
50g di pangrattato
30g di burro
la scorza di mezzo limone e mezzo mandarino grattugiata
1 cucchiaino di cannella in polvere
20g di burro fuso per spennellare la sfoglia
zucchero a velo a piacere per la superficie
Fate sciogliere in un tegame il burro e poi fatevi rosolare il pangrattato fino
a farlo dorare. Spegnete il fuoco, versate il pane in un
recipiente, fatelo leggermente raffreddare, quindi aggiungete la scorza del
limone grattugiata, la cannella e mettete il composto da parte.
Sbucciate le mele e tagliate a fettine sottili. Mettete le fettine di mela in un recipiente,
aggiungete lo zucchero di canna, i pinoli, l’uva passa, i pistacchi, il rum e mescolate bene
il tutto.
Per la crema pasticciera;(versione bimby)

250g di latte intero
1 uova
50g di zucchero
mezzo cucchiaino d’estratto di vaniglia
25gdi farina
Mettere la vanillina e lo zucchero, polverizzare:
20 sec. vel. 7. Aggiungere il latte, le uova, la farina, cuocere: 7
min. 90° vel. 4. Versare il composto in una ciotola far raffreddare a
temperatura ambiente e successivamente metterla in frigo per almeno 20
minuti circa.

Mettete una tovaglia pulita
(possibilmente lavata con sapone neutro e ben sciacquata), di lino o di cotone,
sopra a un tavolo. Infarinate leggermente la tovaglia, prendete l’impasto e
cominciate ad appiattirlo con le mani sopra alla tovaglia, quindi spianatelo
aiutandovi con un mattarello. Quando la sfoglia comincerà ad essere abbastanza
sottile mettete da parte il mattarello, sollevate la sfoglia dal tavolo
aiutandovi con le mani e, tenendola con le nocche nella parte sottostante,
cominciate a tirarla verso l’esterno facendola girare ogni tanto e facendo
attenzione che non si rompa. La sfoglia deve diventare praticamente
trasparente. Riponetela nuovamente sulla tovaglia, dovreste aver ottenuto una
sfoglia quadrata di circa cinquanta centimetri per lato. Siccome i bordi saranno
rimasti un po’ più spessi, passate con le dita lungo tutta l’estremità della
sfoglia tirando la pasta per assottigliarla. Disponete sulla sfoglia il
composto di pangrattato, quindi sopra ad esso il ripieno di mele, lasciando
liberi circa due centimetri di bordo.

A questo punto, aiutandovi con la
tovaglia, cominciate a sollevare la sfoglia per arrotolarla sul ripieno. Fate
fare un paio di giri, quindi ripiegate anche i due lembi esterni e continuate
ad arrotolare fino alla fine.
Riponete lo strudel in una teglia rivestita con della cartaforno, spennellate la superficie della sfoglia con il burro fuso e Cuocete per circa 30/40minuti, fate attenzione perché la sfoglia non deve diventare
troppo scura bensì deve rimanere dorata.
Togliete la teglia dal forno e
fate raffreddare lo strudel.
A Presto
Terry
(Visited 187 times, 1 visits today)

7 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.