Eventi

MasterFoodie Catania 12/5/2014 – La mia Avvenutra!

Oggi, non avrei mai potuto immaginare di trovarmi in mezzo a tutto questo, io che con  la mia timidezza rimango sempre un passo indietro a tutto… ed invece questa volta grazie a Francesca ed Alessandra che mi hanno spronata piu’ e piu’ volte a partecipare,  mandai la mia candidaura per le selezioni della tappa di Catania, convinta che mai avrebbero considerato la mia proposta.  Poi un giorno apro la mail e trovo una risposta….. mi avevano PRESAAAAA!!!!  Felicissima, chiamai subito mio marito ma non rispose cosi’ chiamai Francesca, non riuscivo a parlare ridevo soltanto e lei capì. Saltavo per casa, ridevo e piangevo di felicità, le bimbe mi seguivano saltellando anche loro, cercando di capire cosa stessi facendo, poi sentendo che dicevo al telefono la parola “Master Foodie” l’ha cambiarono a modo loro e in coro tutte gridavano ” mamma va a MASTERCHEFFF…mamma va a MASTERCHEFFF!!!”…..

Questo è stato l’inizio di prove e prove del mio piatto. Ora vi chiederete quale piatto avessi scelto.
Beh, per un’appassionata di dolci come me, non potevo non scegliere il dolce!!
Scelsi cosi’ ” Il cannolo Siciliano “un tradizionale dolce della terra Siciliana, che come dico in un mio vecchio post, unisce anche le mie radici.
Povero mio marito di quanto ne ha mangiato, ogni giorno era buono per una prova, per un nuovo impiattamento!Diabete alle stelle!

Arrivò il giorno della conferenza stampa dove conobbi le altre due partecipanti Elena e Pinella, l’ organizzatrice di questo fantastico evento Alessandra Verzera, nonchè direttrice del giornale enogastronomico Scelte di Gusto, la giornalista Gilda Sciortino ed Andrea Piovesan.
Alla mia prima intervista, le parole uscivano lentamente, balbettando, mentre le gambe tremavano come se ci fosse l’Etna in eruzione sotto i piedi.

Infine il giorno tanto atteso arrivò, il 12 Maggio  rimarrà un giorno fisso nella storia della mia vita. La giornata era caldissima, quasi estiva, ci siamo riunite tutte e 5 le
foodblogers nella hall del ristorante Minà alla Vecchia Dogana di
Catania, dove ad accoglierci c’era il Sig. Bivona responsabile del locale ed insieme ci gustammo un freschissimo sorbetto per
ricaricarci.

Iniziarono subito i primi scatti fotografici e riprese video, io mi vergonanvo da morire!!

Alessandra Verzera,
ci consegnò le divise.
Chi l’avrebbe mai detto che un giorno
avrei indossato una divisa da chef tutta personalizzata con il mio nome
sopra!
Indossate le divise, ci sono state le interviste con Gilda, che con la sua dolcezza ha saputo calmarci, (almeno ci ha provato), io ero fucsia, le vampate di calore erano al massimo e sentivo le farfalle andare a mille nello stomaco.

Finite tutte le formalità, siamo entrati in cucina, con addosso le nostre divise. Tutte le farfalle sono volate via, mi sentivo a mio agio, guardavo i fornelli e mi sentivo rilassata. Ognuna di noi si sistemò le proprie cose nella sua postazione ed iniziò a cucinare. Eravamo un gruppo davvero affiatato, ci aiutavamo l’una con l’altra.
La nostra passione per la cucina ci ha unito mettendo da parte la competizione, eravamo un team, una vera squadra di cuochi.

Ogni tanto entravano in cucina Vincenzo Leone con le sue riprese video e Dominick Giliberto con i suoi scatti fotografici, dove hanno svolto il loro lavoro con tanta discrezione senza mai invadere il nostro lavoro.

Il tempo trascorse velocemente fino ad arrivare al momento d’inizio del servizio.

Ad aprire la serata, Alessandra con i suoi Arancinetti alla Brontese e allo Zafferano;

Pinella con il suo primo piatto, Cannelloni con macco di fave, gamberetti e pomodori;

Elena che ha presentato come secondo piatto, un burger di mare con salsa di mandorle e arancia;

Anche Francesca ha presentato un secondo piatto, Tagliata di tonno con salsa di capperi e prezzemolo;

Infine arrivò anche il mio momento, il dolce che ha concluso la serata, Il cannolo Siciliano  scomposto.
Ed eccomi, con il piatto in mano davanti alla giuria, con il microfono davanti  a Iacona che  mi intervistava, imbarazzata più che mai e con le gambe che nuovamente avevano ripreso a tremare.

 

Finito tutto vado a sedermi e riprendere fiato.

Ritorniamo in sala per la consegna delle medaglie ed il premio per il miglior global menù che andò a Pinella con i suoi piatti Siciliani.

Infine la proclamazione della vincitrice….Elena è il suo Burger di  mare.

Una serata piena di emozione dall’inizio fino alla fine, porterò tutto e tutti nel cuore.
Un grazie allo chef  Peppe Giuffè e alle sue bellissime parole,
Grazie ad Alessandra Verzera, per avermi concesso questa opportunità,
Grazie ad Andrea Piovesan,
Grazie Gilda Sciortino per ogni sua carezza e sorriso,
Grazie a Cicco Vitale, Vincenzo Leone e Dominick Giliberto,
Grazie a Sig. Bivona per la sua gentilezza e disponibilità,
Grazie a mio marito per il suo supporto e l’aiuto con i cannoli di prova,
Grazie a mia suocera che quella sera ha tentuto tutte e tre le mie bimbe,
Grazie a Patrizia che è venuta in sala,

Grazie a Francesca, Alessandra, Elena e Pinella per la bella avventura insieme,

Grazie di cuore a TUTTI!!

 

Finita questa fantastica avventura ritorno a casa con mille ricordi nel cuore, a cucinare per le mie bimbe tra i miei fornelli.

A presto

Terry

(Visited 70 times, 1 visits today)

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *