Piatto Unico

Shepherd’s Pie

 

Questo piatto mi ricorda molto i sabati invernali, quando
mia mamma passava il sabato pomeriggio in cucina a preparare pizze e torte
salate. La shepherd’s pie è la preferita di mio papà quindi la preparava molto
spesso.
Ogni tanto la preparava  dentro ad un guscio di pasta
briseè a modo ti torta salata oppure come un piatto caldo al cucchiaio.

 

La Shepherd’s pie o Cottage pie è un pasticcio di carne con una
copertura di purè di patate, preparata in una casseruola e poi infornata.
Probabilmente questa torta è nata in Scozia, nel nord del Inghilterra
verso  1870 quando le patate vennero
introdotte come uno dei vegetali che la categoria dei poveri si poteva
permettere. Cosi la patata divenne uno
dei raccolti più popolare tra i contadini. In quei tempi
il montone e l’agnello
erano le carni  piu’ diffuse, cosi i contadini o come
vengono chiamati in Inghilterra pastori, unendo la carne avanzata dei giorni
precedenti e le patate, crearono un piatto, dandogli il nome di “cottage pie”. Si ritiene che la prima
versione della torta del pastore è
stata originariamente chiamata “Cottage
Pie”,  dalla
parola “cottage” che significa casolare, (riferimento
alla modesta  dimora
dei contadini).
Poi, quando con il passare del tempo il
pastore iniziò ad usare altri tipi di carne
che aveva a disposizione,  il nome
fù cambiato in torta del pastore, “Shepherd’s Pie”.
In seguito, la torta del pastore divenne talmente popolare,
che ogni famiglia modificava  la ricetta
per soddisfare i propri gusti usando anche altri ingredienti a disposizione.
Le variazioni della Shepherd’s Pie originali sono;

 

  • St. Stephen’s Day Pie se la carne era di tacchino
    o prosciutto.
  •  In Inghilterra, gli inglese preferivano il pesce al posto della carne e cosi la chiamavano “Fish   Pie”.
  •   In Finlandia quando usano  carne macinata mista di maiale
    e di manzo mescolata con le patate chiamarono la loro creazione un “Lihaperunasoselaatikko.”
  •  In altre zone cospargono uno strato di pangrattato
    sulla parte superiore che rende la torta
    croccante, e viene chiamata “Cumberland Pie”.
  •  Alla fine le versioni vegetariane sono stati creati per soddisfare le esigenze dietetiche sostituendo
    patate con soia o
    di legumi come ceci e lenticchie chiamando
    cosi questa torta “Shepherd-less
    Pie”.

 

 Ecco la ricetta di mia mamma:
Shepherd’s Pie;
400g di carne macinata mista
200g di corned beef
2 Patate
1 Cipolla
100g di Piselli
2 Carote
Sedano
 1 Spicchio d’aglio
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
Mezzo cucchiaino di dado vegetale sciolto in 250ml di acqua
1 cucchiaino di mixed spice
1 bicchiere di vino rosso
Qualche foglia d’alloro
Per il purè di patate;
1 kg di patate
100ml di latte
50 g di burro
100g di parmigiano
1 uovo
Pelate e lavate le patate e le carote, tagliate a dadini piccoli.   Tritate finemente la cipolla e l’aglio,
versate in una padella abbastanza capiente e soffriggete con olio evo. Unite le
patate, le carote e i piselli, cucinate per 2 minuti a fiamma media. Unite ora
il macinato di carne e il corned beef, insaporite con il mixed spice e rosolate
bene per 5 minuti circa. Versate il vino e fate evaporare bene. Unite a questo
punto il brodo di verdure, il concentrato di pomodoro e la foglia d’alloro,
cuocete a fuoco medio per 20 minuti circa, finche il ragù raggiunge la giusta
densità. Durante la cottura aggiustate di sale
in base ai propri gusti.
Nel frattempo cuocete le patate in acqua bollente salata.
Schiacciate ancora calde, unite il burro, il parmigiano, sale e pepe, latte e
infine l’uovo. Amalgamate tutto.  Imburrate  una pirofila, adagiate sul fondo il ragù e
ricoprite con il purè di patate e spolverate
la superficie con del parmigiano grattugiato.
Con una forchetta graffiate la superficie, cosi in modo da
ottenere una crosticina ruvida in cottura. Infornare a 200° per circa 20/30
minuti.
Con questa ricetta partecipo al 100% GFFD
A Presto
Terry
(Visited 258 times, 1 visits today)

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.