Dolci

Cannoncini di Sfoglia con Crema al Cioccolato fondente e Crema alle Mandorle

Dopo un mese, ritorno  su questi schermi con una nuova ricetta targata MTC.  Perché solo questo “gioco” richiama cosi tanto la mia attenzione. Questo mese, Francesca, ultima vincitrice, propone come sfida i cannoncini o cannoli di pasta sfoglia.

Impegni su impegni mi stavano portando a saltare questa sfida, ed ad ogni tentativo fallito che vedevo pubblicato nel gruppo, facevo un passo indietro, però l’idea di saltare non mi dava pace. Ho sempre considerato  l’mtc come una scuola, quindi dovevo fare di tutto per provarci, anche se questo poteva significare fallire nell’intento.

Francesca chiedeva di dedicare questi cannoli a qualcuno, con una dedica speciale. La mia dedica è tutta rivolta per questa scuola di cucina che è l’mtc. Partecipo dalla sfida n.13, e in tutti questi mesi, ho appreso molte cose che prima non conoscevo, tecniche di cottura, abbinamenti di ingredienti che prima non immaginavo neanche, e tantissime ricette nuove. Nel mio piccolo, so che molte cose l’ho imparate grazie a questo gioco, e so anche che ne imparerò ancora molte, perché in una scuola fatta cosi da tante brave teste può solo andare avanti. Grazie MTC!

 

La linfografica di Dani per la sfogliatura

 

Cannoncini di Sfoglia con Crema al Cioccolato fondente e Crema alle Mandorle
 
Author:
Recipe type: Dolci
Ingredienti
  • Pasta Sfoglia:
  • ingredienti per il panetto;
  • 350g burro
  • 150g farina 00
  • ingredienti per il pestello;
  • 350g farina 00
  • 150g burro
  • 10g sale
  • 60g vino bianco secco
  • 50g acqua fredda
  • Per la crema al cioccolato fondente e nocciole;
  • 75ml latte intero
  • 25g burro
  • 35g di miele
  • 50ml di rum
  • 250g di cioccolato fondente
  • 50g di granella di nocciole
  • Per la crema pasticcera alle mandorle;
  • 250ml latte di mandorla
  • 50ml di panna
  • 75g zucchero
  • 3 tuorli
  • 20g amido di mais
  • 15ml di amaretto
Procedimento
  1. Per prima cosa ho preparare il panetto. Si può fare a mano su un piano, su una spianatoia o con l'aiuto della planetaria usando la foglia.
  2. Nella ciotola della planetaria lavorate il burro freddo con la farina. Il composto non va lavorato troppo a lungo, deve essere omogeneo ma il burro deve mantenere una discreta plasticità. Date al panetto una forma più rettangolare possibile, avvolgete con la pellicola e fate riposare in frigo per circa un'ora e mezzo.
  3. Nel frattempo preparate il pastello inserendo la farina e il burro nella planetaria munita di gancio. Fate sciogliere nell'acqua fredda il sale, poi versate nella planetaria insieme al vino bianco, impastate fino ad ottenere un impasto compatto ma allo stesso tempo grezzo e grumoso.
  4. Date sempre una forma rettangolare, avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per mezz'ora.
  5. Trascorso questo tempo riprendete l'impasto e stendete con il mattarello ad uno spessore di 0.5cm cercando di dare una forma rettangolare fin da subito. (Tenete a mente che durante la preparazione la forma rettangolare va mantenuta il più possibile affinché non ci siano sovrapposizioni di pasta e non si rischi di ottenere una sfogliatura troppo disomogenea, ricordate anche che durante tutti i passaggi della lavorazione il mattarello e il piano andranno sempre leggermente spolverati di farina, per evitare che la pasta si attacchi.)
  6. Disponete il panetto di burro freddo tra due fogli di carta forno, iniziate dando dei colpi con il mattarello fino ad appiattirlo e poi stendete fino a che non è della stessa altezza del pastello ma di metà lunghezza, in modo tale che una volta poggiato nella parte centrale della pasta sia possibile ricoprirlo con i due lembi di pasta.
  7. A questo punto mantenendo i lati aperti in alto e in basso, eseguite il primo giro di pieghe a 3, portando la parte alta verso il centro e ricoprendola con quella in basso in modo tale da ottenere tre strati di pasta sovrapposti. Stendete e subito dopo eseguite la prima piega a quattro, ribaltando il lato inferiore e quello superiore verso il centro per poi chiudere a libro la pasta in modo tale da ottenere quattro strati.
  8. Ponete in frigorifero a riposare per 45 minuti circa. Una volta ripreso l'impasto, mantenendo il lato chiuso alla mia destra, stendete sempre in forma di rettangolare. La pasta sfoglia si stende sempre nel solito verso, lato aperto davanti,lato chiuso a destra, e sempre lavorando il più possibile in verticale ed aggiustando via via in orizzontale. Fate nuovamente una piega a 3 e una a 4, coprite con pellicola e riponete nuovamente in frigo per 30minuti. Passato anche questo tempo ripetete nuovamente un altro giro di pieghe a 3 e a 4.
  9. Una volta eseguiti tutti i giri la vostra sfoglia sarà pronta per essere cotta, deve fare solo un ultimo riposo in frigo di minimo un'ora, io invece ho seguito il consiglio di francesca ed ho lasciato la sfoglia in frigo per tutta una notte.
  10. Per preparare i cannoli, prendete un pezzo di sfoglia, (la pasta è molta perciò a meno che non vogliate fare tantissimi cannoli ve ne avanzerà anche per altre preparazioni) stendete ad un'altezza di circa 0,5cm, poi ricavate tante strisce larghe circa 1 cm, e arrotolate sullo stampo per cannoli, via via sovrapponendo leggermente.
  11. Se non avete le formine adatti li potete tranquillamente realizzare con la carta forno come ho fatto io. Ne ho realizzati di due tipi, aperti da entrambe le parti a forma di piccolo cannolo e chiusi da una parte e aperti dall'altro a forma di piccola cornucopia.
  12. Una volta formati i cannolli, fate riposare altri 15 minuti in frigo.
  13. Riscaldate il forno a 200°C, spennellate in superficie con uovo sbattuto, spolverate con zucchero a velo e cuocete per 15/20 minuti circa, state attente, tutto dipende dal vostro forno.
  14. Ora passiamo a preparare le creme, per la crema al cioccolato e nocciole; versate in un pentolino il latte, il burro e il miele, fate sciogliere tutto a fuoco basso senza raggiungere il bollore. Togliete dal fuoco ed unite il rum.
  15. Fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e unite i due composti.
  16. Con le fruste, sbattere la crema fino a farla raffreddare, a questo punto unite le nocciole a granella, amalgamate bene e coprite con pellicola a contatto e fate riposare in frigo per una notte.
  17. Per la crema alle mandorle, scaldate il latte di mandorla e la panna in un pentolino.
  18. In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.
  19. Aggiungete l'amido e amalgamate bene con una frusta.
  20. Unite il composto di uova al latte, ponete su fuoco basso e mescolate sempre fino ad ottenere un crema densa e liscia. Infine togliete dal fuoco, unite il liquore, amalgamate, coprite con pellicola a contatto e lasciate raffreddare completamente.

 

 

 

 

Mtc. n.68

 

A Presto

Terry

(Visited 220 times, 1 visits today)

4 commenti

  • saltandoinpadella

    I cannoli alla crema sono i miei dolci preferiti insieme alle crostatine alla frutta fresca sin da quando ero piccola. Mi incuriosisce molto questa crema alle mandorle, proverò la tua versione perchè una volta avevo fatto un esperimento ma era venuta troppo liquida

  • Francesca Lanuova

    Sono felice che tu sia riuscita a partecipare, la tua proposta è golosa. Cannoli ben dorati e farciture appetitose. La dedica non può che coinvolgermi condividendo la tua passione. La crema di mandorle è deliziosa. Grazie!

  • alessandra

    Grazie a te, Therese, perchè uno dei motivi per cui all’MTC si impara è la condivisione di un gruppo di cui tu fai parte da lunghissimo tempo. E aver seguito i consigli della community è l’esempio di una partecipazione giusta, proficua, per te ma anche per tutti. Cannoli bellissimi e quella crema di mandorle è in cima alla mia top list!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.